Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Riusciranno ad attirare nuovi lettori gli audiolibri di Audible, società di Amazon?

Audible_LOGO_sfondo trasparente

E’ appena sbarcata in Italia Audible, società di Amazon, che offre un servizio nuovo e molto particolare per noi italiani: l’ascolto di audiolibri con lo smartphone o il tablet. Di fatto un nuovo modo, diverso e più pratico di leggere. All’estero è diffusissimo ed è una consuetudine di lunga data ascoltare libri durante i lunghi spostamenti in auto, facendo sport al posto della musica. Per ora è difficile immaginare la reazione dei lettori italiani alla nuova offerta e prevedere se sull’onda lunga dei libri narrati riprenderanno quota anche le vendite dei volumi cartacei. Di certo c’è la volontà di Amazon di puntare sempre più sui contenuti digitali, dalle serie tv alla musica per finire per l’appunto con gli audiolibri. Di fatto è quasi un ritorno alle origini visto che il colosso fondato da Jeff Bezos è nato partendo proprio dall’ecommerce dei libri. Gli audiolibri non sono altro che il racconto del romanzo, della commedia o del giallo letto da attori o più semplicemente da uno speaker. Un approccio innovativo per il pubblico italiano che potrà provare il servizio a prezzi tutto sommato accessibili. Dopo la registrazione si prova gratuitamente Audible per il primo mese e successivamente scatta l’abbonamento mensile a 9,99 euro al mese addebitato sulla carta di credito. Un piccolo, curioso dettaglio giocato sul filo dei centesimi: in Francia e Germania dove il servizio è già attivo il costo è di 9,95 euro al mese. Una differenza minima ma incomprensibile. La app di Audible è sugli store delle piattaforme iPhone e Android mentre non è ancora disponibile la versione per gli smartphone Windows. E’ importante ricordare, fanno sapere dalla società, che la formula è quella del “All you can listen” con accesso illimitato all’intero catalogo e che si acquista l’ascolto dell’opera secondo la formula “Pay4Use”, insomma si ha solo una licenza d’uso mentre si scaricano i libri in Wi-Fi. L’ascolto può avvenire indifferentemente online o offline e si può navigare tra i capitoli del contenuto, collocare bookmark, rallentare o accelerare la velocità della narrazione. Inoltre grazie a Whispersync si può passare dalla voce narrante alla tradizionale lettura dell’ebook su un dispositivo compatibile Kindle mentre attraverso il sito di Amazon (www.amazon.it) si possono acquistare gli audiobook. Tra gli altri contenuti offerti da Audible Studios ci sono inoltre quotidiani e riviste periodiche, podcast, programmi radio, guide turistiche e lezioni di lingua, oltre a numerosi contenuti originali.

Per quanto riguarda l’offerta di titoli per il nostro mercato si aggira sulle 70mila ore di ascolto pari a oltre 12mila libri, di cui 2mila in lingua italiana, mentre in altri paesi sono disponibili oltre 200mila opere con la stragrande maggioranza di titoli in inglese. Si spazia dalla fantascienza a quelli per bimbi e ragazzi, ai classici. Si trova di tutto. Tra i titoli in italiano spiccano Caro Michele di Natalia Ginzburg letto da Nanni Moretti, Dimmi che credi al destino narrato dall’autore Luca Bianchini, classici come Il libro della giungla e I promessi sposi letti rispettivamente da Pino Insegno e Paolo Poli. Buona lettura, anzi buon ascolto!

A maggio sono disponibili, tra gli altri: La Ragazza del treno di Paula Hawkins, I racconti di Nené di Andrea Camilleri, La regola dell’equilibrio di Gianrico Carofiglio, i primi tre capitoli della quadrilogia di Elena Ferrante, Il diario di una schiappa e ovviamente La Piuma di Giorgio Faletti, letto da Claudio Bisio, così come molti altri titoli del grande autore e comico. E ancora George Simenon, Antonio Pennacchi, Milan Kundera, Alessandro Baricco, la serie di The Maze Runner, Michele Serra, Isabelle Allende, Marcello Simoni, Ligabue, Anna Premoli, Banana Yoshimoto, Luca Bianchini, William Stoner e un ampio catalogo di libri per ragazzi

  • Enrico Netti |

    Per quanto riguarda i titoli realizzati da Audible si tratta delle versioni integrali.
    In altri casi gli editori possono anche scegliere di realizzare degli adattamenti più o meno fedeli al testo e all’opera originale

  • Luca |

    Buonasera. I libri su audible sono letture integrali o adattamenti? Grazie.

  Post Precedente
Post Successivo