Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Polar M600: il partner digitale per tutti gli sportivi che piace a tutti i techno fun

polar3E’ uno smartwatch, un monitor delle proprie prestazioni fisiche, il partner ideale per lo smartphone e, per finire, un gadget irrinunciabile per tutti i techno fun. Ecco il Polar M600 smartwatch che oltre ad offrire tutte le funzioni per lo sport può utilizzare le app di Android Wear. Per le prime ecco il monitoraggio della frequenza cardiaca al polso con un sensore a 6 led, il Gps integrato per registrare la velocità, l’altitudine e il percorso di jogging, un centinaio di profili sportivi specifici e le funzioni di Polar Smart Coaching. C’è poi Activity Tracking che registra passo per passo, istante dopo istante, il tepolar1mpo che si passa seduto, alla scrivania o in attività, in movimento, le calorie bruciate e la qualità del sonno, il carico di lavoro in allenamento. Insomma una dettagliata e ininterrotta analisi del proprio stile di vita sportivo quotidiano. Fin qui nulla di particolarmente nuovo ma il meglio arriva dall’integrazione con il mondo Android, dove si hanno a disposizione la gestione con comandi vocali, la ricerca online, le traduzioni, il meteo, le mail, le chat di Whatsapp, Sms, la musica… insomma più o meno le funzionalità offerte dallo smartphone. Il npolaruovo smartwatch di Polar dispone di una Cpu dual core 1,2 GHz basata sul chip Arm Cortex A7, una batteria Li-Pol da 500 mAh, connettivà Bluetooth 4.2 e Wi-Fi B/G/N, una memoria di 4 Gb, abbastanza capiente per sincronizzare le canzoni preferite con Google Play e poi ascoltarle con l’M600 anche senza smartphone. Con quest’ultimo si trasfericono i dati raccolti e si possono analizzare in dettaglio le attività svoltpolar2e e la qualità del proprio stile di vita da condividere sui social. I dati raccolti con l’M600 si possono inoltre condividere automaticamente con le piattaforme Strava, MyFitnessPla e TrauiningPeaks naturalmente oltre a Polar Flow. Lo smartwatch, secondo quanto dichiara il produttore, è impermeabile IPX8 (ovvero adatto al nuoto, protetto dall’immersione continua fino a una profondità massima di 10 metri), ha uno schermo con risoluzione 240X240 ovviamente touchscreen con vetro in Gorilla Glass 3 mentre il cinturino intercambiabile è in silicone con un sistema di aggancio molto più pratico rispetto a quanto si è visto in passato con il A360. Eccoci al punto cruciale per questo tipo di dispositivi, l’autonomia: Polar dichiara in modalità abbinata allo smartphone un paio di giorni di utilizzo. Se poi l’M600 rispetta le performance dell’A360 in modalità stand alone ci si dovrebbe avvicinare, in via del tutto teorica, a una settimana di uso. Purtroppo il cavo Usb da utilizzare per la ricarica ha il connettore proprietario, scelta dettata molto probabilmente dalla necessità di garantire l’impermeabilità dello smartwatch. Il prezzo di vendita consigliato è di quasi 350 euro nelle versioni bianca e nera. I cinturini aggiuntivi sono disponibili nelle tonalità nero, bianco, rosso e costano solo 29,90 euro.